giovedì 17 aprile 2014

Last Month. Volume 1.


friday nigth is all right.


Go!Zilla rocks.


"ma voi siete fratelli?"


Winston docet.


TE.VA.


Apehangers in love.


Magic moments.


Stile. Doppio.


"ce l'hai un casco?"


stomaco vuoto. 


Lucca.


Sign of Good Taste.


food for my soul.


Posti giusti: MARE MATTO.


Fire. 


Ghelo in da house.


"Ciao Tomas"


Che insegna! Roba da pisciarsi addosso.


"… quell'ineffabile classe che distingue i grandi chopper."

A buso! Volume 2.

chissà quanti penseranno che sono schifosamente di parte.
quando parlo di moto custom.
è vero!
certi amici li so solo vedere con gli occhi con cui si guardano gli amici.
in tutto quel che fanno.

ma se dico che Marco e Cristiano hanno fatto un FXR stupendo,
c'è poco da esser di parte.

Trovaci un errore se ce la fai.








LEVATEGLI GLI ATTREZZI, SE NO LA RISMONTA SUBITO!

martedì 15 aprile 2014

A buso!




Verona a fiamma!
SuperTega.
Go Betty Go!
Marco rules.
Levategli gli attrezzi.

lunedì 14 aprile 2014

RUBATA!


Nella notte tra il 31 marzo e il 1 aprile c'e' stato un furto nelle officine Kustom Tech.
sono stati rubati due Ducati 1098, un furgone fiat Ducato e questa Triumph che tutti conosciamo.
Se avete notizie, se riconoscerete la moto o qualche pezzo in un'officina o bike show o mercatino contattate Alessandro.
info@kutomtech.eu

martedì 8 aprile 2014

ti senti solo?

brutto eh?
poco male.
adotta anche te un ottolitri.
non devi portarlo fuori per i bisogni.
non abbaia. non miagola.
non devi trovare qualcuno che te lo guardi quando vai in vacanza.
ce ne sono di tante razze.
ma se ti rompi i coglioni, lo sabbi e cambi razza.
e non ti lascia mai a piedi…



venerdì 4 aprile 2014

mentre tutto scorre.

poche settimane fa' ho scritto l'ultimo dei miei articoli per Lowride Mag.
per la prima volta non si trattava di una moto, né di uno show od un raduno.
ma di una persona, Mary Greasepaint.
contando sull'aiuto di Elena Angerame, ho cercato di raccontare il suo lifestyle.
la moto custom come parte di un insieme di interessi che non hanno confini.
di nessun genere.
i sentieri meno battuti, come diceva Robert Frost, che proprio in questi giorni leggevo citato dal grande Byrnie Jarvis.
è stato il mio modo di celebrare una ricorrenza davvero speciale.
venti anni fa', nell'aprile del '94, come un fulmine improvviso apparve in edicola e nella mia vita Freeway Magazine, di cui LowRide è il proseguimento.
quell'edito era magico.
una volta Freeway propose ai suoi lettori un questionario di gradimento…
… fotocopiai il primo edito e glielo spedii.
perché per me, lì c'era già tutto.
e la penso ancora oggi così.
ci si vede in strada.



lunedì 31 marzo 2014

in loving memory. BJ JB.

una settimana fa' ricorreva il 45esimo anniversario dell'episodio pilota di "Than came Bronson"… andò in onda il 24 marzo del 69, anticipando anche la primissima di Easy Rider al festival di Cannes.

Il pilot fu scritto da Denne Bart Petitclerc che lavorava al San Francisco Chronicle: Denne si ispirò al suo grande amico e collega Byrnie Jarvis.

Sarò un mitomane, non me ne frega un cazzo, ma queste storie sono il massimo, per me.

Nel 65 BJ partì in barca in cerca di avventura, due anni in mare. In ogni porto scriveva a Denne le sue avventure. Arrivato a Panama, scrisse a Denne "ho solo la mia barca, la mia ragazza e 36 centesimi." Denne glì mandò subito un assegno perché la sola idea di non ricevere più le avventure del suo amico lo mandava nei pazzi.

"Mi rimborserai quando potrai."

Un anno dopo BJ tornò a San Fran, si rimise a lavorare al Chronicle risparmiando per saldare il suo debito.

Appena fatta la somma andò a trovare il suo amico Denne nel suo ranch.

Ma lui era a Hollywood per un lavoro ad un film.

Sua moglie accolse BJ e gli chiese di raccontarle ancora una volta le sue avventure motociclistiche di molti anni prima…

… poi le rammentò a Denne e il pilot fiorì nella sua mente all'istante.

poco più che ventenne, nel 52, dopo una separazione ed il suicidio dal Golden Gate Bridge di un caro amico, BJ, mosso dal suo amore per la motocicletta, partì alla ricerca di avventura verso un cross-country tour in sella al suo stroker Harley del 61.

1340.
21 davanti.
19 dietro.
frizione suicida.
cambio a mano.
serbatoio da 1 gallone e 3/4.
sempre detto io che l'ottolitri è immenso.
verniciato a mano, arancio,
con l'immagine di Kokopeli, degli indiani Hopi.

quando tornò, fece parte del gruppo originario fondatore degli Hells di Frisco.
ai tempi in cui era una storia del genere "We just liked to fight, fuck and ride our bikes."
(fu lui ad introdurre Hunter S.T. agli Hells, è lui Preetam Bobo).

Come domani, un anno dopo, nel 1970, andò in onda l'ultima puntata della serie.
Ma questa è un'altra storia.




"Hello Temple Brooks,"
"Hello James Bronson".

“I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I--
I took the one less traveled by,
And that has made all the difference.”
Robert Frost

"No destination, just a desire to GO and make friends along the way." BJ



giovedì 27 marzo 2014

SWAP MEET ITALY

Tenebro vende:

Puntale genuine con inserto bar & shield in alluminio completo di suppoti, per sportster e dyna.
€ 100

Filtro forcewinder k&n per carburatore cv.
€ 130

Gemma fanalino posteriore con lampadina a led.
€ 30

kit 4 gemme e 4 lampade arancioni per frecce originali.
€ 30

FOTO SU SWAP MEET ITALY

Per info:
Claudio
tenebrelc@gmail.com
366-6819899




lunedì 10 marzo 2014

Frazetta by Rodriguez.

Dopo fiamme, scallops, pinstriping, foglia d'oro, decals dimenticate per anni, anche l'aerografia ha, da qualche tempo, il suo meritato rinascimento nella "tank art". Odino, angeli della morte, orsi polari, vichinghe sexy con cosce tipo Gentile (nazionale italiana 1982) e chi più ne ha più ne metta. Se siete fan illuminati di queste meraviglie e vi trovate dalle parti di Austin, nel Tex, Robert Rodriguez (Dal tramonto all'alba) ha aperto una galleria dal 8 al 16 marzo, presso SXSW, dedicata alla sua impressionante collezione di opere di Frank Frazetta. Approved by motorfreakers!



martedì 4 marzo 2014

Canada dreaming

prima di tutto avevamo voglia di passare un weekend tra di noi.
e passarlo con gli amici più intimi.
quelli con la lancetta dell'entusiasmo sempre in zona rossa del contagiri.
quelli che durante l'anno passano a trovarci per viaggiare insieme.
quelli che ci aiutano sempre.
quelli che, al ritorno da feste disastrose, allungano centinaia di chilometri pur di pranzare assieme e salutarci il più tardi possibile…

Volevamo fare un giro in moto insieme.
Perché usare la moto è il perno attorno al quale ruota tutto il resto della questione.
E volevamo raggiungere il Canada.

Dove ci aspettavano solo acqua, birra, pane e uova per la colazione della domenica mattina.
Per il resto, le disposizioni erano chiare… cristalline: Bring Your Own Bisogni & Vizi.


Ma la mattina mentre portavamo a destinazione una sorpresina, un bel girarrosto infilzato dal vero Vilmo, la neve ci ha bloccato alla frontiera col Canada.


Sconforto.
Silenzio.
Sagrati.

Meno male non siam rimasti bloccati col maggiolino di Sam.
Già buono.

Breve summit da Jimmy Boy e scatta all'istante il piano B.


Raggiunto il Canada con la panda 4x4 della salvezza, ricarichiamo tutto e dirottiamo verso il covo.

Una mattinata di sbattimenti. Ma ne valeva la pena.

Tavoli e panche da cercare, dove cuocere il girarrosto, la Panda al ritorno perde il cambio.

Ma Ettore è già arrivato e gli amici partiti il venerdì mattina dal Salento, reduci con Gianluca "il Saraceno" da una nottata al Geronimo's, sono in partenza da Roma.

Arrivo al ritrovo e mi aspetta un bel vedere. 25 moto pronte a partire nonostante un bel tempo di merda.


(pic by Gianni)

Jimbo arriva con due ore e mezzo di ritardo, in grande stile.

Si parte, giro breve, Montecarlo, Collodi… Eze fora, nel senso che Emiliano buca la gomma del night train… oppure nel senso "sei di fori" come avran pensato in molti vedendoci passare.

Pochi minuti, ci si asciuga un po' al soffione, arrivano i pugliesi…
… e parte una serata indimenticabile.
La migliore atmosfera mai vista allo Z-Bar.


C'è stato pure il Carnevale! maledetti coriandoli...


E poi, vedere ridere gli amici così non ha prezzo.



(pic  by Cyrus)

Per chi avesse scommesso, i risultati sono al post precedente.

lunedì 3 marzo 2014

Weekend Run. Piano B.

fosse stato un film, avrebbe vinto l'oscar come miglior attore protagonista, fosse stata la finale dei mondiali di calcio, sarebbe stato capocannoniere nella squadra campione del mondo, la Capanna Choppers…
ma la parranda è molto di più: è una specie di "giochi senza frontiere", non programmati, che partono all'improvviso…
per esempio una sera in cui una nevicata impedisce ad un gruppo di amici, abituali compagni di viaggio, di raggiungere in moto una meta segreta quanto ambita, scatta il piano B (come Bafantu) e tutta la carica di un breve giro sotto l'acqua si trasforma in energia di festa.

I bookmaker non ci capivano una sega, prove da dragster e roba di resistenza tipo Motorcycle Cannonball.
Il trofeo a squadre vede la vittoria de La Capanna Choppers, con due esponenti sul podio.

Categoria Seniores:
- medaglia di bronzo della parranda al Dandy, miglior tempo di reazione all'albero di Natale (infatti aspettava a gloria l'arrivo di Gerry nei panni di Santa), un vero top fuel, della serie "non mi dire che sono solo le nove!" "nove e un quarto" "Cazzo!!!…. a' Tenebro!!! facce 'sta foto!".
- medaglia d'argento ad uno dei migliori alter-ego di tutti i tempi, riappare a sorpresa dal lontano pinguino 2009, "Seattle" della Road Crew fiorentina, aveva una squadra dietro da paura… "il grunge è come il blues, è triste." Tristi sono ma i bookmaker, un bagno di sangue per loro, questo inaspettato piazzato è costato loro la mamma (Second in command solo dietro al Varenne della parranda)
- medaglia d'oro, capocannoniere, oscar, one man band, highlander, allergico solo alle parrucche cinesi, Lucianino, un vero brasiliano, come diceva Tassio (gioca solo per lo spettacolo, se ne frega del risultato, eroe del pubblico).

Categoria Juniores: Jimmy Boy super Sound, del locale Te.Va. bunch, due ore e mezzo di ritardo ai blocchi, aggiustato a bordo strada il cambio della Panda della salvezza, monotrave come la rena, vietato mollare "non vorrai mica mandare un messaggio a tutti che non si fa più niente e vadano pure a mangiar le farfalline al salmone con chi ni pare, stasera!?!?!?" (Ammmodo!)