mercoledì 13 gennaio 2010

somewhere in Minnesota

tempo fa', in un post di digger, si parlava di una moto che ad Alberto sembrava di ricordare fosse stata importata da America Oggi, un vecchio negozio Harley di Livorno.

finita nelle Langhe, il blocco era andato su un chopper svedese, e praticamente tutto il resto o quasi era andato in mano ad un Hamster romano, Filippo, che cercava disperatamente l'articolo in cui era stata pubblicata per rimetterla in strada come era "back in the days".
se n'era parlato e gli avevo dato per scontato che si riuscisse a trovare in rete con qualche email, invece niente.

poi qualche giorno fa' proprio Alberto ha linkato un blog di un tipo che non lo fa ghiacciare lo scanner, e in una scansione mi è subito saltato agli occhi l'inconfondibile gold leaf.....



un messaggio al tipo e dopo un'ora ecco l'intero articolo nella mail.

era proprio in un Biker lifestyle, ma ne erano passati un po' di più d'anni da quando fu fatta a quando fu pubblicata nell'ottobre 1990.

Vai Filippo, buon restauro!!!

THANK YOU SO MUCH, BERT! YOU RULE!



6 commenti:

opie McRay ha detto...

porca puttana, questo è l'ex chopper del professore!!!
e io l'ho anche guidato a tornare dal custom chopper show di padova nel '97.
bel post...

mike ha detto...

certo a pensarci e' buffo,dall'altra parte del mondo c'e' un tizio,
che manco hai visto e conosciuto,che si sbatte senza nemmeno sapere chi sei
e che in 5 minuti ti da una mano...
a mezz'ora da casa ce ne un'altro,
che conosci da vent'anni e a cui hai sempre portato rispetto.
Gli chiedi lo stesso favore e questo manco ti caca,
be' a pensarci
di buffo non c'e' un cazzo.

LoScorpioneKustom ha detto...

mo sai che coioni co sta moto...
come l'altro digger de ness!!!
poi me lo sorbo io cazzo!!!
grande vilmo non perdi un colpo!!!

loserrules ha detto...

gran bel digger, uno dei miei preferiti su meccanica big twin.
la verniciatura mi garba troppo.
il goldleaf, a detta di McCaan, è di un certo Hanson che faceva questo tipo di lavori per Dave Perewitz.
son contento di aver dato il mio piccolissimo contributo nella speranza che un mezzo del genere sia rimesso su strada.

opie McRay ha detto...

mike ha ragione.
anke se porti rispetto a una persona, questa alle volte ti fa propio incazzare.
l'amicizia prende delle vie che ci appaiono oscure ma siccome si tratta di un amico lasci correre e vai avanti...

baster ha detto...

quando passavo davanti alla vetrina di America Oggi, scrutavo questo mezzo...e nella testa mi ronzavano tante domande...
tornavo indietro e la riguardavo...
poi quando comparve la targa Roma...
l'avevano omologata!
fa' piacere vedere che intorno ad un mezzo del genere c'è sempre tanto interesse....